Cos'è COMtecnica Conference

COMtecnica 2023 è la Conferenza organizzata da COMtecnica SRL per COM&TEC Associazione Italiana per la Comunicazione Tecnica in collaborazione con tekom Europe, organizzazione Europea per la Comunicazione Tecnica, su tutto quanto può supportare il mondo delle PMI e dell’Industria in ambito Comunicazione, Documentazione Tecnica e Intelligent Information.

11 Maggio 2024

Palazzo Bo, Archivio Antico e Sala Colonne

Vedi sulla mappa
12 Maggio 2024

Polo Beato Pellegrino Sala 9

Vedi sulla mappa

Un grazie speciale all’Università di Padova per l’Organizzazione in loco – Prof.sse Geneviève Henrot e Federica Vezzani.


 

Patrocinio universitario

Cosa aspettarsi

A COMtecnica speaker nazionali ed internazionali presentano metodi, strumenti e procedure per qualsiasi organizzazione, azienda, professionista e formatore in ambito Comunicazione e Documentazione Tecnica per affrontare le sfide e le richieste del mercato.

Le migliori soluzioni e novità su queste tematiche:

  • Comunicazione di Prodotto Innovativa
  • Requisiti legali e Normative di riferimento
  • Accessibilità e Usabilità dell’Informazione
  • UX, AI, AR, VR
  • Mobile Documentation
  • Comunicazione Visuale
  • Redazione Controllata e Semplificata
  • Terminologia
  • Traduzione e Localizzazione
  • Software Documentation
  • Formazione e Training
  • Possibilità di business e nuove opportunità di impiego
  • Qualsiasi altra tematica che possa essere di interesse per il settore

Perché partecipare

COMtecnica è la Conferenza internazionale progettata e realizzata per rispondere alle varie richieste ed esigenze in ambito Comunicazione e Documentazione Tecnica intese come Processo tra i più importanti di qualsiasi realtà produttiva oggi.

COMtecnica è l’occasione per informarsi, apprendere, formarsi e condividere conoscenze sulle ultime tendenze che interessano il mondo dell’industria e delle imprese.

COMtecnica è ideale per condividere best practice ed ampliare la propria rete di contatti.

Target di riferimento

COMtecnica Conference è destinata ai professionisti della Comunicazione Tecnica, Comunicatori e Redattori Tecnici, Traduttori, Terminologi, Graphic Designer, Esperti di Normative e Standard, Esperti di Sicurezza, Società e Organizzazioni nei vari settori di attività, UX Specialist, Produttori di Software e di Tecnologie, Fabbricanti, Enti di Standardizzazione e di Certificazione, Mondo Accademico e dell’Alta Formazione Tecnica e Specialistica.

Il Programma

Registrazioni
Registrazioni

8:30 - 9:00


Benvenuto e Apertura lavori

9:00 - 9:30

Tiziana Sicilia – COM&TEC / tekom Europe


Il knowledge management e la creazione di asset digitali: come web e ai stanno rivoluzionando la gestione della conoscenza per le future generazioni
Il knowledge management e la creazione di asset digitali: come web e ai stanno rivoluzionando la gestione della conoscenza per le future generazioni

Federico Cussigh – R-Tree Technologies e Fabio Codebue – P-Soft

Stiamo vivendo una fase storica: il mondo analogico del nostro passato, da ibrido sta diventando full digital. Questo passaggio necessita la creazione di asset digitali basati sulla conoscenza.

Non solo documentazione tecnica testuale, non solo immagini, ma una vera replica degli oggetti, dei digital twins.

Dobbiamo quindi utilizzare in modo integrato tutte le tecnologie oggi disponibili al fine di mettere al sicuro la nostra conoscenza.

Il Knowledge Management è la corretta modalità organizzativa che permette di dare il giusto valore alla conoscenza nelle organizzazioni e di mettere gli asset digitali basati sulla conoscenza a disposizione delle future generazioni.

Come rendere accessibili a tutti in modo innovativo ed efficace, in modo istantaneo e per tutti gli utenti senza utilizzare applicazioni mobile o strutture dedicate se non passando dal web e dell’Intelligenza Artificiale?


Comunicazione tecnica e intelligent information: nuovi sviluppi e prospettive
Comunicazione tecnica e intelligent information: nuovi sviluppi e prospettive

Michael Fritz – tekom Europe e tcworld

Durante la pandemia siamo stati impegnati a risolvere molti dei problemi legati alla pandemia.

Nel frattempo, però, potrebbero essere rimasti sottotraccia alcuni sviluppi il cui impatto dovrebbe essere preso in considerazione se ci occupiamo di comunicazione tecnica nelle aziende.

In questa presentazione Michael parlerà di alcune delle implicazioni generali legate alla pandemia per poi concentrarsi sulle nuove iniziative e normative provenienti da Bruxelles.

La loro attuazione e l’adozione dei relativi requisiti etici per la comunicazione tecnica saranno, a suo avviso, una delle sfide principali dei prossimi anni.


Pausa Caffè
Pausa Caffè

11:00 - 11:30


Dalla direttiva macchine al regolamento macchine, cosa e quanto cambia per i comunicatori tecnici
Dalla direttiva macchine al regolamento macchine, cosa e quanto cambia per i comunicatori tecnici

Paolo Zuccarelli – Ingegnere e Formatore

Il Regolamento Macchine, in via di predisposizione, a breve affiancherà e poi sostituirà l’attuale Direttiva Macchine 2006/42/CE.

Il Regolamento Macchine introdurrà significativi elementi di innovazione rispetto alla precedente normativa da diversi punti di vista:

Dal punto di vista procedurale consentendo un allineamento con il nuovo quadro legislativo e quindi con le Direttive Bassa Tensione (BT) e Compatibilità Elettromagnetica (EMC)
Dal punto di vista sostanziale codificando ulteriori figure nel processo di commercializzazione dei macchinari e definendone le relative responsabilità
Dal punto di vista tecnico sensibilizzando i fabbricanti all’adozione di nuove misure tecniche di adeguamento a fronte della sempre più frequente presenza nei luoghi di lavoro di macchine a comportamento autonomo.
Quanto sopra necessita di un’analisi critica che conduca all’individuazione di criteri applicativi, al fine di risolvere aspetti di possibile non immediata attuazione.


Nuovo regolamento macchine e cybersecurity: acecyber, il kit ac&e
Nuovo regolamento macchine e cybersecurity: acecyber, il kit ac&e

Mattia Basili – AC&E
SPONSOR

L’incremento e il coinvolgimento sempre maggiore delle organizzazioni in ambito Industry 4.0 sta sempre più determinando l’esigenza di connettere in rete tutte le macchine ed impianti, il più delle volte però senza una precisa direttiva e protocolli tecnici e spesso in modo “non protetto”.

I rischi in questo caso sono enormi: difendere le macchine da attacchi hacker non riguarda solo l’evitare l’accesso e l’acquisizione impropria dei dati di produzione, ma anche evitare interferenze sulla parte safety dei macchinari, risvolti sulla qualità dei prodotti, fino ad arrivare ad accessi all’intera rete informativa aziendale.

La Cyber Security, per le macchine industriali destinate al mercato Nord Americano è già obbligatoria per il NEC2023 e lo sarà in Europa con il Nuovo Regolamento Macchine, ma ormai anche tante norme di Tipo C introducono il rischio della Cyber Security: siamo pronti?

Approfondimenti tematici:

Concetto di Safety and Security? Sinonimi o Complementari ?
Alcuni casi di Cyber Attack, ransomware e furto di dati
Introduzione alla sicurezza informatica (CIA)
Obiettivi sicurezza informatica, vulnerabilità ed attacco ad un sistema, concetto di rischio
Distinzione IT/OT e requisiti di sicurezza associati
Struttura dello standard IEC 62443
L’analisi dei rischi secondo la IEC 62443-3-2
La definizione di Protection Level, Security Level Target e Maturity Level
Le norme EN di Tipo C sui Robot Industriali e sulle macchine per il Packaging che hanno impatto con la Cyber Security.


Spazio dibattito

12:45 - 13:30

Spazio Sponsor


Pausa Pranzo
Pausa Pranzo

13:30 - 14:30

Spazio Sponsor


Spazio COM&TEC
Spazio COM&TEC

Tiziana Sicilia – COM&TEC / tekom Europe


Green deal, l’importanza della comunicazione tecnica per l’uso sostenibile del prodotto
Green deal, l’importanza della comunicazione tecnica per l’uso sostenibile del prodotto

Gabriela Fleischer – tekom & tekom Europe

Il Green Deal e il Piano d’azione per l’economia circolare hanno lanciato un pacchetto di misure in Europa per dare forma alla transizione verso un’economia moderna ed efficiente, sotto il profilo delle risorse e della competitività.

Con la strategia “Fare dei prodotti sostenibili la norma”, l’Europa si sta concentrando sulla durata, la riparazione, il riutilizzo, la rifabbricazione, il riciclaggio e il disassemblaggio nella progettazione dei prodotti. Le informazioni per l’uso sono lo strumento per fornire le informazioni necessarie a consentire l’uso sostenibile dei prodotti.

In questo intervento verranno presentate le proposte di legge che si basano sulle informazioni per l’uso sostenibile dei prodotti.


Pausa Caffè
Pausa Caffè

15:45 - 16:15

Spazio Sponsor


Il gemello diverso: una semplice copia digitale non è più sufficiente, il digital-twin secondo writec
Il gemello diverso: una semplice copia digitale non è più sufficiente, il digital-twin secondo writec

Vilma Zamboli, Massimo De Bandi e Michele Pighi – Writec
SPONSOR

Le esigenze attuali di mercato richiedono sempre maggior efficacia comunicativa e di distribuzione dei contenuti sia tecnici sia commerciali. Un gemello digitale del prodotto reale, deve riuscire a comunicare anche tutto ciò che il prodotto reale non può esprimere. Nasce da ciò l’ecosistema Digital twin di Writec basato sul principio della gestione efficace dei contenuti tecnici propria del mondo Writec, principio nato grazie a una sempre attenta analisi delle reali esigenze del cliente.

Di fatto il prodotto virtuale è in grado di auto-esprimersi, porta in seno tutto il suo universo fatto di vantaggi, informazioni, dati, dettagli meccanici e funzioni, esponendoli in modo semplice ed immediato. Questa nuova frontiera, appena varcata, aiuterà in modo trasversale tecnici, marketing e vendite ad affrontare le sfide di business dei prossimi anni con una efficacia e flessibilità inimmaginabile fino ad oggi.

In questa rivoluzione digitale esiste un motore “sotterraneo” che gestisce e organizza le informazioni senza il quale tutti i contenuti tecnici sarebbero ingovernabili: il CMS. Non un CMS qualsiasi, ma un CCMS flessibile e potente che Writec ha selezionato attentamente grazie alla sua esperienza sul campo di oltre 20 anni.


Knowledge management e Project management nello scenario new product development (npd) e custom product development
Knowledge management e Project management nello scenario new product development (npd) e custom product development

Marco Galiazzo – EKR
SPONSOR

La conoscenza è la materia prima della comunicazione ed è la base dell’agire. È importante gestirla a partire dalla sua origine.

Quando un’impresa sviluppa un nuovo prodotto o ne estende uno esistente per creare un prodotto personalizzato, il più delle volte è in atto un processo abbastanza articolato che coinvolge molti attori. Le attività di Project Management e di Knowledge Management sono intrecciate e interdipendenti.

In questa presentazione vedremo come un corretto Knowledge Management implementato insieme alle fasi e al milestone del Project Management costituisca un punto di partenza molto conveniente per qualsiasi attività di ulteriore Comunicazione Tecnica.

Se, per ogni fase di sviluppo, siamo in grado di raccogliere e gestire qualsiasi elemento di conoscenza, direttamente dagli esperti (Product Manager, Team manager, sviluppatori, progettisti, specialisti di laboratorio, ecc.), raccoglieremo un importante tesoro di conoscenza, utilizzando una piattaforma di conoscenza strutturata e condivisa.

La documentazione tecnica e di marketing, la formazione e l’attività post-vendita si baseranno sulle conoscenze raccolte e condivise e il processo nel suo complesso sarà molto efficiente.


Spazio dibattito e chiusura lavori

17:45 - 18:30

Spazio Sponsor


Cena di Networking
Cena di Networking

Apertura Lavori

9:00 - 9:30

Tiziana Sicilia – COM&TEC / tekom Europe


Per una gestione migliore della terminologia multilingue: l’approccio T4TEC
Per una gestione migliore della terminologia multilingue: l’approccio T4TEC

Federica Vezzani e Giorgio Maria Di Nunzio – Università di Padova

T4TEC (“Terminology for Technical Efficient Communication”) è un software innovativo progettato per supportare il processo di comunicazione tecnica nella sua interezza e in tutte le sue singole fasi (redazione tecnica, traduzione specializzata e gestione della terminologia multilingue).

Il progetto nasce nel 2022 in collaborazione tra l’Università degli Studi di Padova – in particolare il Dipartimento di Studi Linguistici e Letterari e il Dipartimento di Ingegneria dell’Informazione – e l’Associazione Italiana per la Comunicazione Tecnica COM&TEC e deriva da esigenze concrete espresse da professionisti che operano nel settore.

Sulla base della prima presentazione del prototipo di software in occasione di COMtecnica conference nel 2022, questo intervento si propone di illustrare gli ultimi progressi dello strumento in termini di gestione della terminologia multilingue.

In particolare, illustreremo come T4TEC integri un sistema di gestione della terminologia digitale multilingue in grado di 1) incorporare diversi glossari multilingue in formati eterogenei e standardizzarli nei più recenti standard ISO (TermBase eXchange – TBX), e 2) collegare i dati terminologici a risorse linguistiche Linked Open Data esterne mediante l’adozione di un approccio terminologico FAIR.


Come l’AI può aiutare la documentazione tecnica e la traduzione in combinazione con la gestione dei contenuti
Come l’AI può aiutare la documentazione tecnica e la traduzione in combinazione con la gestione dei contenuti

Mitja Sternkopf – Lengoo
SPONSOR

Una panoramica su come le aziende possono digitalizzare e snellire le loro operazioni, fornendo al contempo informazioni di alta qualità e personalizzate per le loro esigenze, grazie all’aiuto della documentazione tecnica e della traduzione in combinazione con l’IA basata su modelli linguistici.

La presentazione evidenzia anche l’importanza di creare consapevolezza sul fatto che le informazioni prodotte da redattori e traduttori tecnici sono molto più preziose della “semplice” scrittura e traduzione di informazioni tecniche.


Pausa Caffè
Pausa Caffè

Spazio Sponsor


Verso ASD-STE100 Issue 9, nuovi gruppi di lavoro e progetti collaborativi in corso
Verso ASD-STE100 Issue 9, nuovi gruppi di lavoro e progetti collaborativi in corso

Daniela Zambrini e Orlando Chiarello – STEMG

La presentazione illustrerà lo stato di avanzamento dei lavori dello STEMG in vista della pubblicazione della Issue 9, stimata per aprile 2024.

La prima parte della sessione sarà dedicata al lavoro di revisione della metaterminologia utilizzata nella specifica, con l’obiettivo di armonizzarla con gli standard internazionali. La revisione deriva da un progetto di collaborazione nato durante l’ultimo meeting STEMG, ospitato dall’Università di Padova a settembre 2022.

La seconda parte dell’intervento fornirà una panoramica aggiornata della struttura STEMG che ora include nuovi gruppi di lavoro nazionali e multinazionali STE.


Comunicazione inclusiva e centralità dell’utente nella redazione e nella traduzione tecnica
Comunicazione inclusiva e centralità dell’utente nella redazione e nella traduzione tecnica

Silvia Barra – Traduttrice e Redattrice Tecnica

Un contenuto tecnico rappresenta principalmente una serie di informazioni utili per il fruitore. Deve quindi essere scritto in modo chiaro, non ambiguo, semplice e dettagliato. Deve inoltre tenere conto di tutte le caratteristiche dell’utente: eventuali condizioni di disabilità, contesto socioculturale, competenze linguistiche, grado di scolarità.
Solo se possiede tutte queste caratteristiche il contenuto può essere davvero inclusivo e può essere usufruito senza difficoltà da ogni pubblico, senza discriminazioni. Il linguaggio e la terminologia utilizzati sono pertanto fondamentali.

Il redattore deve tenere conto di tutte le possibili disparità e difficoltà dell’utente finale e il traduttore deve proseguire nello spirito di inclusività quando traduce le informazioni in un’altra lingua.

Un contenuto tecnico scritto in modo inclusivo, semplice e chiaro inoltre aiuta chi traduce, perché facilita la comprensione delle frasi e la loro traduzione, elimina o riduce le ambiguità e quindi i dubbi del traduttore e permette l’uso di strumenti di traduzione assistita (i cosiddetti CAT tools) che velocizzano il processo e aumentano la qualità del contenuto tradotto.

L’intervento vuole dimostrare, anche con molti esempi, che l’inclusività nel processo di redazione e traduzione porta a informazioni più chiare e comprensibili, in una situazione win-win per chi scrive, chi traduce e chi legge e usufruisce del contenuto tecnico.


Spazio dibattito

12.30 - 13.15

Spazio Sponsor


Pausa Pranzo
Pausa Pranzo

13:15 - 14:30

Spazio Sponsor


Come raccogliere e applicare i feedback degli utenti nel ciclo di sviluppo del software
Come raccogliere e applicare i feedback degli utenti nel ciclo di sviluppo del software

Maiken Blok – BK Medical

Scoprite come un approccio incentrato sul cliente e l’ascolto dei feedback degli utenti aiutano le aziende a migliorare l’esperienza dell’utente nei loro cicli di sviluppo del software.

In questo caso particolare, analizziamo come è stato fatto in pratica presso TimeLog A/S e come da allora si sono sviluppate le metodologie.

L’obiettivo è mostrare come la teoria possa essere trasformata in pratica, quali iniziative le aziende debbano adottare e se sia vantaggioso investire tempo e denaro in un approccio incentrato sul cliente.

La presentazione avrà un approccio pratico e comprenderà:

Cos’è brevemente il TimeLog
Il processo di feedback e sviluppo in teoria e in pratica
Come il TimeLog raccoglie i feedback degli utenti e li include nel ciclo di sviluppo
Come influisce il TimeLog sulla comunicazione tecnica e sull’esperienza dell’utente
Lo sviluppo dopo la pubblicazione del documento.

La presentazione tocca diversi punti e temi, tra cui, ma non solo, i seguenti:

Metodologia
Test utente
Variabili nella valutazione degli aspetti di usabilità e design
Nuove modalità: Approccio centrato sul cliente nello sviluppo e nella documentazione
Aspetti culturali (sia all’interno dell’azienda che a livello nazionale) e linguistici.

Non è necessario avere conoscenze pregresse nel settore, ma è utile se si lavora con lo sviluppo di software.


Il futuro dei CCMS: la rivalutazione
Il futuro dei CCMS: la rivalutazione

Sebastian Göttel – Quanos

Gli ultimi anni sono stati tumultuosi e hanno messo in discussione molte convinzioni tradizionali della società e dell’economia.

Sebbene i CCMS (Sistemi di Gestione dei Contenuti a Componenti) siano rimasti affidabili, è giunto il momento di considerare la possibilità di un cambiamento.

Gli esperti prevedono che anche le ultime tendenze, come la distribuzione dei contenuti, le ontologie e il cloud potrebbero non essere sufficienti a guidare l’evoluzione del software per i redattori e i comunicatori tecnici.

Le sfide che ci attendono richiedono una nuova prospettiva, poiché seguire semplicemente i percorsi stabiliti potrebbe non essere sufficiente per superarle. Ripensando le nostre ipotesi sui CCMS, si possono scoprire nuove ed entusiasmanti possibilità.


Pausa Caffè
Pausa Caffè

16:00 - 16:30

Spazio Sponsor


Il ruolo della documentazione software nella crescita dei prodotti software
Il ruolo della documentazione software nella crescita dei prodotti software

Selvaraaju Murugesan – Kovai.co

I ruoli e le responsabilità dei redattori tecnici stanno cambiando a causa dei progressi tecnologici e delle aspettative delle organizzazioni nei loro confronti.

Ci si aspetta che i redattori tecnici contribuiscano alla crescita complessiva del prodotto che abbraccia più reparti aziendali piuttosto che contribuire alla documentazione del software.

Offrire assistenza personalizzata e contestuale sta diventando una norma per l’ossessione dei clienti in molte aziende.

I redattori tecnici aiutano a configurare le soluzioni di “knowledge base”, a integrarsi con le varie piattaforme di dati dei clienti e a mettere a punto gli strumenti di assistenza clienti per consentire a ogni cliente di ottenere un servizio e un’assistenza da red carpet.

Questo intervento tratta l’aspetto emergente della documentazione software nell’offrire un aiuto contestuale e personalizzato per massimizzare la soddisfazione dei clienti e migliorare il self-service.


Enterprise Search Engine e Chatbot cognitivi basati su IA
Enterprise Search Engine e Chatbot cognitivi basati su IA

Federico Cussigh – R-Tree Technologies
SPONSOR

Il potenziamento delle ricerche sulle knowledge base interne ed esterne alle organizzazioni può avvenire anche attraverso l’uso di chatbot conversazionali basati su Intelligenza Artificiale.

Durante l’intervento verrà eseguita una live demo di un Enterprise Search Engine collegato ad un Chatbot Cognitivo per eseguire ricerche effettuate in linguaggio naturale su una knowledge base di tipo tecnico.


Dibattito finale e chiusura lavori

17:45 - 18:30

Spazio Sponsor


Il programma può essere soggetto a piccole modifiche.
Le presentazioni sono in Italiano e in Inglese.
È disponibile il servizio di traduzione simultanea.